Giorno 2: Zubiri – Lorca

(56 km) Mi sveglio ancora provato dalla fatica del giorno precedente ma pieno di buone intenzioni, sapendo di avere di fronte a me altri 850 km da percorrere.
La mia prossima tappa e’ Puente de Reina: una tappa tranquilla da 40 km o poco piu’. Ho bisogno di recuperare le forze e non posso ne’ voglio sforzare troppo.

Nel giro di un paio d’ore raggiungo senza grandi fatiche Pamplona, la prima grande citta’ sul mio percorso: e’ una bella citta’, con molti spazi verdi, carica di storia e cultura. Mi fermo qui qualche ora, visito le mura, la citta’ antica e la mitica strada dove ogni anno si ripete la famosa corsa dei tori

Qui, nella piazza principale c’e’ un presidio degli Indignados, gli “studenti ribelli” che da alcune settimane hanno occupato tutte le piazze della Spagna: sono belli, sorridenti, colorati, attivi e assolutamente pacifici, ma estremamente (e giustamente) INDIGNATI. Sono super organizzati: un calendario fittissimo di corsi e attivita’ giornaliere, wi-fi e raccolta differenziata. Li guardo con ammirazione e spero che la loro “onda” arrivi presto anche in Italia. Chiedono/pretendono un cambio di rotta, una nuova presa di coscienza globale, una modifica dell’attuale sistema sociale basato unicamente sul maledetto “Dio denaro”. Io sono con loro, al 100%!

Esco dalla citta’ e in breve tempo mi ritrovo in aperta campagna.

Inizia cosi una lunga e progressiva salita che mi porta sulla cresta dei colli sopra di me: enormi e imponenti pale eoliche svettano in cielo e si sente forte il rumore del vento che le fa girare.

Da qui la vista e’ fantastica: alle spalle la valle appena percorsa e davanti a me quella nuova.

Scatto qualche foto anche al monumento dei pellegrini e riparto.

Attraverso campi infiniti di grano, piccoli paesi sempre molto curati, con chiese importanti e ponti medievali…

E finalmente arrivo a destinazione. Imprevisto: a Ponte de Reina tutti gli albergue (i rifugi per i pellegrini) sono pieni. Ci sarebbe un hotel che ha camere ancora a disposizione, ma il prezzo e’ alto e i servizi scadenti. Decido di proseguire. La tappa successiva e’ a 5 km. Mi rimetto in sella e in mezz’ora arrivo a Maneru: anche qui tutto pieno! Inizio a preoccuparmi, sono le 18:30 e sento sulle gambe queste 2 giornate impegnative. Percorro altri 7 km molti dei quali in salita e arrivo a Lorca esausto.
Dai 40 km previsti, alla fine ne ho fatti 56.

Trovo un letto in una camera insieme ad altre 3 persone. Doccia, cena e dritto in branda: notte impegnativa… uno dei 3, un vecchietto francese all’apparenza innocuo, russa ad un volume indescrivibile. Ci mancava questa!
Ma non mi hanno fermato i Pirenei, figuriamoci se mi ferma il vecchietto…😉

Tag: , , , , , , , , ,

3 Risposte to “Giorno 2: Zubiri – Lorca”

  1. ermanno genova Says:

    che posti….e che panorami ….immagino …pero’ leggendo le tue sensazioni provo ad immaginare di essere li anch io….credimi le racconti talmente bene che emozioni anche quelli che come me per tanti motivi …magari…non lo faranno mai…..ma… mai dire mai…ciao

  2. anna Says:

    ciao Met! Aspetto i tuoi racconti, quelli che nascono dalla pancia per sentirmi ancora di più in viaggio con te. Per il momento sento la fatica, fisica
    bacio

  3. matteogracis Says:

    Ciao Ermanno, troppo gentile, ma fa sempre piacere condividere queste avventure con persone come te.

    Ciao Anna, hai detto bene… per ora mi e’ stato impossibile comunicare altro, la fatica si e’ impadronita di me. Ora mi sono rimesso in sesto alla grande e sono in arrivo riflessioni e racconti “di pancia”😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: