Posts Tagged ‘strada’

Giorno 3: Lorca – Logrono

28 maggio 2011

(59 km) Mi sveglio verso le 8:30: alla fine la stanchezza ha avuto la meglio sul “vecchietto russante”, ma ricordo bene di non aver chiuso occhio fino alle 2 e di avergli urlato di tutto (inutilmente) durante la notte, nella speranza di farlo cessare.

Sento di non aver ancora recuperato a sufficienza, le gambe e le ginocchia si fanno sentire. Ma la giornata e’ bellissima, sole alto nel cielo e neanche una nuvola, parto con ottimismo!
Attraverso luoghi stupendi, da cartolina…

Oggi ho iniziato ad alternare i pezzi del cammino originale con la strada: sul percorso ci sono molti pellegrini (ne incontro almeno un centinaio al giorno) e i tratti impossibili da percorrere in sella sono piu’ del previsto. Entrambe le cose mi rallentano molto e rischio cosi ogni giorno di arrivare tardi dove mi sono prefissato, avendo poi problemi a trovare spazio negli ostelli.

Il Cammino pero’ e’ fantastico, specie quei tratti dove non c’e’ niente e nessuno a perdita d’occhio…
(foto panoramica, clicca per ingrandire)

Procedo abbastanza bene, nella tappa di oggi non ci sono grandi salite, in compenso il sole ha iniziato a scaldare parecchio: non ho con me la crema protettiva e pedalare con una maglia a maniche lunghe e’ impossibile vista la temperatura.

In un paio d’ore ho gambe, braccia e viso che bruciano, ma per fortuna sono arrivato a destinazione (e prima del previsto, sono solo le 16:00): entro a Logrono convinto che questa fosse un piccolo paese qualsiasi, e invece scopro una bellissima e animatissima citta’! Le strade sono piene di gente, c’e’ aria di festa. Anche qui, in una delle piazze del centro, ecco gli Indignados…

Dopo la notte precedente, decido di concedermi una pausa di lusso in un albergo a 3 stelle: ne ho bisogno! La scelta e’ azzeccata: dopo aver cenato con una squisita paella valenciana, mi godo un bagno caldo che mi restituisce 10 anni di vita e sprofondo in un sonno rigenerante.

Annunci

Premesse

24 maggio 2011

Il Cammino di Santiago in bicicletta si puo’ percorrere in 2 modi: su strada oppure sul sentiero originale che fanno a piedi i pellegrini. Io ho scelto il secondo, proprio perche’ non ero interessato a un viaggio qualsiasi in bici. Detto questo, sappiate che per fare questo percorso e’ necessaria una mountain bike e soprattutto una buona dose di forza di volonta’ e allenamento. Arrivare invece a Santiago De Compostela attraverso le strade comuni (quelle percorse dalle auto tanto per intenderci) e’ meno complicato, meno faticoso ed in tal caso e’ consigliata una bici da strada.

Fare il percorso originale significa percorrere un sentiero nato e organizzato per chi si muove camminando, quindi con salite e discese a volte impossibili da fare pedalando, con cancelli e strettoie che obbligano a scendere dalla sella, e tutta una serie di piccoli dettagli che sulle decine di km al giorno alla fine si fanno sentire.

Seconda e ultima premessa: il mio modo di viaggiare e’ MIO e questo blog non vuole essere una guida ma una sorta di diario di viaggio da cui il lettore che vuole intraprendere un’avventura simile puo’ eventualmente prenderne qualche spunto e consiglio. Le tappe da me scelte lungo il percorso raramente coincidono con quelle della massa dei pellegrini, anzi: evito appositamente i posti piu’ affollati, preferisco quando possibile, mangiare/dormire da solo e in generale godermi la solitudine. Questa e’ una scelta mia personale naturalmente, ma va tenuta in considerazione se chi legge questo blog un domani vorra’ organizzare lo stesso viaggio.